Archivi tag: tavolino

Tavolino “da fumo” rustico

Ciao a tutti,

finalmente oggi torno a presentare un mio progetto fatto qualche tempo fa. Si tratta di un tavolino cosiddetto “da fumo“, basso, molto lungo e soprattutto rustico!

Il tavolo finito
Il tavolo finito

Qui, data la natura dell’oggetto in questione, non è stato possibile realizzare un progetto vero e proprio, quindi di fianco vi presento direttamente l’aspetto definitivo.

Il tutto è stato realizzato in castagno. In pratica si è partiti dalla scelta delle tavole. Io ne ho prese due lunghe circa 3 metri e spesse 40 mm. Una volta piallate e squadrate si è arrivati ad uno spessore di circa 33 mm. Le tavole in questione sono state poi divise a metà e poi longitudinalmente, così da ottenere otto semipiani. Questi sono stati accostati tra di loro a coppie fino a trovare la forma ed il disegno delle venature che soddisfacevano di più. Chiaramente il punto forte del tavolo è la sua irripetibilità, chiunque decidesse di replicarlo creerebbe un pezzo unico!

La struttura inferiore
La struttura inferiore

Come si può vedere qui di fianco, le gambe sono costituite da due quadrati costituiti da listelli di sezione 35×25 mm, uniti ad ugnatura con il giunto rinforzato da un tassello. La traversa è unita alle gambe con un normale incastro a tenone e mortasa ed è leggermente staccata dal suolo.

Svasatura per inserire i bulloni
Svasatura per inserire i bulloni

La struttura è unita mediante dei bulloni inseriti nella parte alta delle gambe e a delle bussole inserite nel piano.

A lavoro finito è stata data una finitura con tre mani di olio di lino cotto, per far si che il tavolo si presentasse più naturale possibile.

Mensola rustica
Mensola rustica

Con i semipiani scartati in precedenza ne ho approfittato per fare una bella mensola che fa pendant con il tavolo!

Che ne pensate??? 🙂

 

Annunci

Tavolino da salotto con ripiano in vetro

Ciao a tutti,

oggi presento il progetto di un altro tavolino da salotto, stavolta con la particolarità di una semplice struttura in legno chiaro (in questo esempio ho usato castagno) con un ripiano in multistrato di noce scuro (per creare contrasto) ed un ripiano inferiore in vetro.

Il progetto è scaricabile QUI.

Presentazione del progetto
Presentazione del progetto

Qui di fianco potete vedere come dovrebbe venire.

La struttura in castagno è formata da tre listelli di sezione 40×60 mm uniti ad ugnatura con un listello sezione 20×60 mm che funge da supporto per il piano in vetro. Questo listello è inserito tra le due gambe con un incastro a tenone e mortasa.

Particolare del canale con funzione di supporto del piano
Particolare del canale con funzione di supporto del piano

La parte superiore delle gambe ha una battuta profonda e larga 20 mm che permette di poggiarvi sopra il piano. Questo è realizzato in multistrato di noce (o mogano, o qualsiasi altro legno scuro vi piaccia) dello spessore di 20 mm.

Il vetro, spesso 5 mm, poggia sui supporti inferiori ed è tenuto fermo mediante degli appositi gommini che andranno inseriti nei supporti.

E questo è quanto. Come potete vedere il progetto non presenta particolari difficoltà, ma secondo me da un punto di vista estetico fa la sua figura! Spero vi sia piaciuto!!!

Tavolino basso da salotto

Ciao a tutti,

ora vi presento un lavoro realizzato pochi giorni fa. Il tutto è nato da un’esigenza ben precisa. In pratica il problema era che davanti il divano nel salone di mia madre vi era un vecchio tavolinetto in vimini un po’ troppo alto per l’uso che ne volevo fare, ovvero poggiapiedi per guardare la TV! L’eccessiva altezza fa venire un po’ di male alla schiena così, l’altro giorno, tutto ad un tratto mi sono alzato ed ho detto a mia madre: “Basta, domani faccio un tavolinetto più comodo!”.

Il problema maggiore è che qui a Roma non ho nessun attrezzo, quindi l’unica cosa che potevo fare è realizzare il tutto in maniera estremamente minimale, contando solo su un trapano avvitatore prestato da mio zio.

Dato la natura particolarmente “casareccia” dell’opera il progetto in Sketchup l’ho preparato dopo aver già finito il lavoro, e serve solo per farlo vedere a voi. Inoltre era fondamentale utilizzare materiali facilmente reperibili in un brico, ciò non toglie che si può sostituire l’abete con qualsiasi altro materiale più “nobile“, il compensato di pioppo con qualsiasi altro multistrato e invece di unire le traverse alle gambe con dei semplici ed antiestetici angolari in ferro optare per il più classico incastro a tenone e mortasa.

Il progetto... finale!
Il progetto… finale!

Qui di lato potete vedere il progetto, scaricabile QUI. Per l’altezza non ho fatto altro che misurare quella del divano e farlo uguale, meglio un centimetro in meno che uno in più! Il piano misura 50×100 cm.

Per la realizzazione non c’è niente di particolare da dire, se non il fatto che il piano superiore è spesso 15 mm mentre per quello inferiore bastano 6 mm, ed a quest’ultimo sono stati tagliati gli angoli per permettere di inserire le gambe.

Particolare degli angolari
Particolare degli angolari

Come ho già anticipato prima tutte le traverse ed i fissaggi del piano superiore sono stati fatti medianti degli angolari in ferro, mentre il ripiano sottostante è stato semplicemente avvitato alle traverse.

Il tavolo finito e pirografato
Il tavolo finito e pirografato

Ecco a voi il progetto finito.

Manca completamente la finitura perché mia moglie ha appena finito di pirografare il piano!

Come potete facilmente vedere non è un granché dal punto di vista estetico, ma vi assicuro che per quanto riguarda la comodità era proprio quello di cui avevamo bisogno! Inoltre in mezzo pomeriggio e praticamente senza attrezzatura di più non si poteva fare!!!